Università degli Studi di L'Aquila

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

La sicurezza nell'Industria manifatturiera: 1 ricerca dei dispositivi
 

UNI EN 1114-1

 

Estrusore: Macchina che convoglia materiale liquido o solido mediante una o più viti rotanti entro un cilindro e lo scarica continuamente attraverso la testa di estrusione. Durante tale processo, il materiale può essere scaldato, raffreddato, solidificato, mischiato, plastificato, può subire reazioni chimiche e può essere degassato o iniettato con gas. Considerato nella direzione del flusso del materiale l'estrusore stesso termina con l'estremità della vite o delle viti. Dispositivi quali cambiafiltri, pompe a ingranaggi per il melt, teste a granulazione, mescolatori statici e unità di degasaggio ecc. possono essere disposti tra l'estrusore e la testa di estrusione o lungo il cilindro.

Materiale plastificato: Prodotto liquido, pastoso o solido pronto per essere trasformato in semilavorati o prodotti finiti.

Sistema di alimentazione: Ogni attrezzatura che alimenta il materiale nella/e vite/i.

Sistema di alimentazione forzata: Sistema dotato di apposito sistema di comando che aiuta il flusso dei materiali dalla tramoggia di alimentazione nell'estrusore mediante viti o altri dispositivi. È anche utilizzato per densificare i materiali aventi bassa densità.

Sistema di alimentazione a due rulli: Dispositivo utilizzato per alimentare in modo continuo l'estrusore con gomma, per esempio strisce di gomma. Il dispositivo di alimentazione è costituito da due rulli disposti in posizione parallela all'apertura di alimentazione dell'estrusore sopra l’apertura del cilindro. I rulli sono controrotanti con potenza costante in modo che il materiale venga trasportato nell'estrusore a pressione costante. I rulli sono raffreddati ad acqua per impedire il riscaldamento e la vulcanizzazione del prodotto.

Sistema di alimentazione a rullo singolo: Rullo che ha un asse parallelo a quello della vite. La vite e il rullo sono controrotanti e hanno un punto di contatto interno che migliora la regolarità dell'alimentazione. Può essere comandato dalla vite o da un dispositivo indipendente.

Apertura di alimentazione principale: Apertura nel cilindro attraverso cui passano per esempio granulato, foglie, strisce, polvere o materiale plastificato.

Apertura secondaria di alimentazione: Apertura supplementare nel cilindro attraverso cui passano per esempio granulato, polvere, liquido o pasta (per esempio colore, stabilizzanti, plastificanti).

Cilindro: Alloggiamento per racchiudere una o più viti.

Unità di degasaggio: Dispositivo posizionato in certe sezioni del cilindro della vite per rimuovere i componenti volatili del materiale plastificato durante la lavorazione di materie plastiche e gomma.

Pioli: Componenti fissati nel cilindro di estrusione che si protendono verso l'interno del cilindro per permettere una migliore miscelazione del materiale.

Accessori collegati alle aperture nel cilindro di estrusione: Parti dei dispositivi di misurazione, per esempio indicatori di temperatura o pressione, che prevedono nel cilindro aperture con diametro massimo di 30 mm.

Pompa a ingranaggi per il melt: Pompa con sistema di comando dedicato, che convoglia con continuità il materiale plastificato. La sua azione è di stabilizzare la pressione, in particolare di aumentarla a valle, lungo la vite, migliorando la regolarità di erogazione.

Tubazioni per il melt: I condotti per il melt sono tubazioni riscaldate che collegano dispositivi accessori, per esempio cambiafiltri, pompe per il melt e miscelatori statici, entro cui scorre il materiale plastificato.

Miscelatore statico: Dispositivo posizionato all'uscita della vite di un estrusore che contiene ostacoli fissi. Quando la vite spinge il materiale, il miscelatore statico lo taglia e lo impasta per migliorarne l'omogeneità.

Cambiafiltri: Dispositivo contenente uno o più filtri attraverso cui il materiale plastificato scorre rimuovendone le particelle estranee. Il filtro o i filtri sono fissati ad una piastra e possono essere spostati dalla posizione di funzionamento in linea a quella di non funzionamento fuori linea e viceversa.

Testa a granulazione: Parte di un'attrezzatura periferica che ha propria forza motrice e un sistema di controllo indipendente di temperatura, installato tra la vite dell’estrusore e la testa di estrusione. Serve per innalzare la temperatura del materiale plastificato, scaricato dalla testa di estrusione, fino alla temperatura appropriata per la vulcanizzazione in continuo.

Testa di estrusione: Dispositivo che dà forma al materiale plastificato.

Estruso: Materiale plastificato che esce dalla testa durante l’estrusione. Se non c’è la testa di estrusione il prodotto estruso è il materiale plastificato che fuoriesce.

 

Principali zone pericolose di un estrusore

 

 

 

Principali zone pericolose di sistemi di alimentazione forzata

 

 

 

Principali zone pericolose dei cambiafiltri

 

Principali zone pericolose della pompa a ingranaggi per il melt

 

 

Principali zone pericolose della testa a granulazione

 

 

Principali zone pericolose del miscelatore statico

 

 

Principali zone pericolose dell'unità di degasaggio

 

 

Principali zone pericolose del sistema di alimentazione a rullo singolo

 

 

Principali zone pericolose del sistema di alimentazione a due rulli

 

 

Principali zone pericolose delle teste di estrusione

 

 

Esempio di testa di estrusione per film soffiato