Università degli Studi di L'Aquila

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

La sicurezza nell'Industria manifatturiera: 1 ricerca dei dispositivi
 

UNI EN 1035

Essiccatoio sottovuoto con movimento verticale: Macchine costituite generalmente di due piani, posti orizzontalmente, che hanno un ciclo automatico di movimento verticale alternato. Sono caratterizzate da una stazione di lavoro fissa o mobile verticalmente. Scopo della macchina è quello di effettuare una rapida asciugatura del prodotto usando pressioni inferiori a quella atmosferica e quindi temperature più basse di quella per l’evaporazione delle molecole d’acqua alla pressione atmosferica.

Essiccatoio sottovuoto con movimento orizzontale e verticale: Macchine costituite generalmente di due piani posti orizzontalmente lato contro lato. Una camera di depressione trasla orizzontalmente e agisce alternativamente sui due piani. Scopo della macchina è quello di effettuare una rapida asciugatura del prodotto usando pressioni inferiori a quella atmosferica e quindi temperature più basse di quella per l’evaporazione delle molecole d’acqua alla pressione atmosferica.

Macchina per tenditura ed essiccaggio sottovuoto: Macchine generalmente dotate di un solo piano orizzontale equipaggiato di due membrane elastiche ermetiche connesse ad un dispositivo di stenditura radiale. Il movimento delle due membrane genera lo schiacciamento e l’aderenza del prodotto che quindi è sottoposto ad una stenditura meccanica per mezzo delle suddette membrane.

Pressa a piani per stampare e stirare con movimento: Macchine dotate di un piano con movimento verticale, alzato e pressato da un cilindro idraulico contro un corrispondente piano riscaldato. La macchina stampa e stira la pelle con l’aiuto di piastre incise o lisce interposte tra i piani dietro effetto di pressione e temperatura.

Pressa a piani per stampare e stirare con movimento orizzontale e verticale: Macchine dotate di un piano con movimento verticale, che sale e pressa contro uno dei due piani riscaldati che alternativamente in direzione orizzontale si scambiano di posto permettendo il carico e lo scarico del prodotto fuori dall’area di lavoro. La macchina stampa e stira la pelle con l’aiuto di piastre incise o lisce interposte tra i piani dietro effetto di pressione e temperatura.