back

 

UniversitÓ degli Studi di L'Aquila

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

La sicurezza nell'Industria manifatturiera: 3 analisi costo/benefici

Fenomeni dinamici di tipo interno

Il principale strumento a disposizione da parte del management Ŕ quello relativo alla curva di riduzione del rischio, cui fa riferimento una gestione attiva della sicurezza. Tale curva pu˛ essere traslata e modificata attraverso una variazione della politica di spesa della sicurezza e con il ricorso a investimenti specifici. Nel primo caso si procede a una riallocazione delle risorse tra le diverse voci di spesa all'interno della categoria di costo considerata ( DPI, manutenzione, informazione, ecc.); questo al fine di aumentarne l'efficacia a paritÓ di impegno sostenuto. Nel secondo caso, invece, si cerca di ottenere un salto "strutturale" nel livello di sicurezza attraverso investimenti focalizzati (sostituzione macchinari, formazione , modifiche di layout, ecc.). In tale circostanza il budget annuo consentirÓ di mantenere nel tempo il nuovo standard raggiunto.
Dal punto di vista della rappresentazione grafica, si osserva che a un maggiore impegno economico (ΔC) corrisponde un innalzamento, pi¨ o meno significativo significativo del livello di sicurezza (ΔS).

 1

 2

 3

L'effetto netto sulla curva dei costi di riduzione del rischio Ŕ dato dalla somma dei due spostamenti (immagine 3). Tale traslazione si ripercuote sulla curva di costo totale, producendo un effetto economico positivo o negativo in funzione della bontÓ della misura adottata

Infatti, l'azienda ha interesse a posizionarsi nel punto di minimo della nuova curva di costo totale ( punto 2 ), caratterizzato da un livello di sicurezza S2  e da un costo C2. L'effetto netto  sul livello di sicurezza aziendale risulta, pertanto, dallo spostamento del punto di ottimo:

  ΔSottimo = ( S2 - S1 )

Infine, la variazione del costo totale minimo ΔCmin sarÓ in generale diversa dalla grandezza ΔC corrispondente alla traslazione verso l'alto della curva dei costi di riduzione del rischio. Naturalmente, dal punto di vista economico, l'investimento o la variazione della politica di spesa risulteranno efficaci solamente se porteranno a una diminuzione del costo totale minimo. La stipula di assicurazioni integrative della copertura INAIL o destinate a coprire specifici fattori di rischio ha lo scopo di ridurre l'impatto economico per l'azienda delle conseguenze di un eventuale incidente , infortunio o malattia professionale. Dal punto di vista economico, la convenienza o meno di un assicurazione facoltativa Ŕ data dal confronto tra il costo della stessa  e l'entitÓ dei risarcimenti dell'Istituto nel caso di eventi avversi; l'assicurazione, infatti, permetterÓ di ridurre il peso dei costi delle conseguenze per il solo rischio sensibile. Se si stima che il risparmio sui costi delle conseguenze per il solo rischio sensibile. Se si stima che il risparmio sui costi di manifestazione del rischio sia inferiore all'entitÓ del premio da versare, allora non sarÓ conveniente adottare quella specifica misura protettiva.

 

back