back

Università degli Studi di L'Aquila

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

La sicurezza nell'Industria manifatturiera: 3 analisi costo/benefici

Considerazioni preliminari

La rilevanza strategica della sicurezza, ovvero il suo contributo alla creazione di valore da parte dell'azienda, può, in larga misura, essere tradotta in termini economici. Molti dei fattori coinvolti sia nell'accadimento di un evento dannoso per il lavoratore, sia nelle iniziative messe in atto dal management per migliorare la sicurezza dei luoghi di lavoro, sono direttamente rilevabili dall'azienda in termini di un effettivo esborso, opure stimabili in termini di costo figurato, cioè di mancata produzione o inefficienza.
Infatti, le prestazioni di sicurezza dell'azienda non incidono unicamente sui costi operativi, ma potenzialmente anche sul fronte dei ricavi: si pensi, per esempio al fatto che elevati standard di sicurezza possono avere sulla promozione dell'immagine aziendale, con ricadute positive sul fatturato, o addirittura nell'apertura di nuovi business. Dualmente il verificarsi di un incidente grave può compromettere l'immagine aziendale e per aziende quotate spesso significa una riduzione del valore dell'azione.
In questa sede, il tema viene affrontato con l'obiettivo di elaborare un modello di lettura dei costi che risulti utile nella gestione della sicurezza a livello aziendale. Sarà pertanto descritto un metodo di classificazione ed elaborazione dei costi della sicurezza che supporti l'azienda sia nella corretta allocazione del budget annuo sia nella valutazione economica degli interventi di miglioramento che intende realizzare.
Il punto è allora quello della corretta gestione dei costi aziendali della sicurezza, mentre l'obiettivo economico è espresso in termini di minimizzazione del costo totale: L'approccio proposto consentirà di dimostrare che il luogo comune secondo cui il miglioramento della sicurezza è conseguibile solo a prezzo di un innalzamento dei costi totali è sostanzialmente errato ,o meglio, no è una legge ineluttabile. Infatti, è possibile per l'azienda gestire correttamente l'allocazione delle proprie risorse in modo che a livelli di sicurezza più elevati corrispondano dei costi totali operativi inferiori. In questo senso, è possibile affermare che miglioramento della sicurezza e obiettivo economico possono essere tra loro sinergici e non in trade-off.
D'ora in avanti, si farà riferimento ai costi aziendali della sicurezza come all'insieme costituito dalle voci relative ai costi aziendali di incidenti, malattie e infortuni sul lavoro, e dagli esborsi sostenuti per gestire il rischio.
Per concludere, è importante notare che quelli aziendali non sono gli unici costi legati alla sicurezza nei luoghi di lavoro: sia il verificarsi di infortuni o malattie professionali, sia la loro prevenzione, inducono anche dei costi a carico del lavoratore e dei costi sociali. Per un'azienda consapevole delle proprie responsabilità verso tutti gli interlocutori, interni ed esterni, in particolare consapevole del ruolo sociale, questi effetti non possono essere trascurati. 

 

back