back

Università degli Studi di L'Aquila

Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Energetica e Gestionale

La sicurezza nell'Industria manifatturiera: 1 ricerca dei dispositivi

Controllo a due mani

Ricerca effettuata per:

 

Questa apparecchiatura protegge le mani dell' operatore durante la fase pericolosa della macchina, controllando gli interruttori azionati con due mani. Questi dispositivi vengono utilizzati per lo più per controllare le macchine dove sia presente soltanto un operatore. I controlli a due mani sono ampiamente usati negli impianti produttivi. Situato lontano dalla zona intorno agli impianti pericolosi, l’operatore non può avviare il ciclo della macchina senza l’attuazione simultanea di due dispositivi indipendenti. I controlli bimanuali sono spesso installati insieme ad altri dispositivi di sicurezza, per fornire una maggiore protezione in caso di accesso da parte di terzi.
Tra il controllo a due mani e la zona di pericolo è richiesta una distanza minima calcolata secondo una formula precisa.
In Europa la norma EN 999 stabilisce:
S = 1,6 (t1+t2) + 250 dove t1 = tempo di risposta per l'apparecchiatura protettiva e t2 = tempo richiesto dalla macchina per fermare il movimento pericoloso, oppure
S = 1,6 (t1+t2), se il rischio di entrata dell'arto dell'operatore viene eliminato quando viene attivo il controllo, dove S ≥ 100 mm / 3.94 pollici.

 


Benefici della soluzione:
  • Basso investimento
  • Ingombro ridotto
  • Facilità d'installazione
  • Avviamento facile da usare
Limiti della soluzione:
  • Garantisce soltanto la protezione delle mani (spesso la protezione addizionale è necessaria)
  • Non previene l'accesso di terzi
  • Impatto ergonomico potenziale significativo

 

Norme da seguire:

La norma EN 574 riguarda i controlli a due mani.
Definisce tre tipi di controlli bimanuali, la cui selezione viene determinata dalla valutazione dei rischi.
I controlli devono possedere le seguenti caratteristiche:
  • Tipo I - Questo tipo richiede:
    • Due dispositivi di controllo che prevedono l'attivazione contemporanea con le due
      mani;
    • Attivazione continua durante le operazioni pericolose;
    • La macchina interrompe le operazioni se viene rilasciato uno dei due dispositivi di
      controllo quando le condizioni sono ancora pericolose.
  • Tipo II - Controllo di tipo I che richiede il rilascio di entrambi i dispositivi di controllo prima che
    l'operazione della macchina possa essere ripresa.
  • Tipo III - Controllo di tipo II che richiede l'attivazione simultanea dei dispositivi di controllo,
    secondo quanto descritto di seguito:
    • È necessario attivare i dispositivi di controllo entro un determinato limite di tempo
      l'uno dall'altro (0,5 s);
    • Quando il limite di tempo viene superato, per riprendere l'operazione è necessario
      rilasciare entrambi i dispositivi di controllo. Il tipo III viene ulteriormente suddiviso
      in III A, III B e III C

 

Ricerca dei fornitori

 
gas, CNC machining center, micrometer, right angle gear reducer, vacuum cleaner
Over 45,000 industrial products

 

Normativa legale

 

Per ulteriori informazioni

Se si vuol procedere ad un'analisi più approfondita:

Google
 

 2  

 

  valutazione funzionale   

 

back