back


Logistica: 3 Packaging

Polimeri Saldanti

www.valocchi.eu   Logistica   Packaging  Materie plastiche   Materie plastiche: classificazione

Google  
 

Polimeri saldanti:

Sono polimeri che hanno interessanti proprietà termiche, idonee ad una rapida ed efficiente saldatura. Sono particolarmente importanti perché consentono chiusura ed ermeticità della confezione, stabiliscono la velocità di confezionamento e sono, in quanto strato più interno delle strutture multistrato, a diretto contatto con gli alimenti:

EVA - Etilenvinil acetato
IONOMERI
POLIOLEFINE

EVA - Etilenvinil acetato

Famiglia di copolimeri ottenuti dalla polimerizzazione dell'etilene e del vinil acetato (VA=CH2=CH-O-COCH3). Le differenti proporzioni dei due comonomeri, influenzano tutte le prestazioni finali della materia plastica che, in ogni caso, sono abbastanza simili a quelle dell'LDPE. I films di EVA hanno alti coefficienti di frizione e elevata adesività, per queste ragioni trovano impiego quasi esclusivamente come strato saldante. Trovano anche impiego come films estensibili (stretching films), dimostrando una grande elasticità anche in assenza di additivi plastificanti, e nei processi di coestrusione per la preparazione di materiali multistrato.

IONOMERI

Il termine ionomeri si riferisce ad una famiglia di copolimeri di polietilene modificato. Fondamentalmente vengono preparati unendo all'etilene, in fase di polimerizzazione, dall'1 al 10% di un acido carbossilico insaturo (tipicamente l'acido metacrilico); la componente acida viene in seguito neutralizzata con sali organici (acetati, metilati) di cationi metallici (sodio, magnesio). La struttura che ne deriva è caratterizzata da legami ionici che conferiscono particolare tenacità alle saldature realizzate con tale materiale. Rispetto al polietilene, gli ionomeri hanno eccellente resistenza agli oli ed ai grassi, allo "stress-cracking", sono più trasparenti e presentano valori di permeabilità al vapor d'acqua maggiori. Sono termoplastici ma presentano forza e tenacità paragonabili a quelle di polimeri termoindurenti. Sono affini ai metalli (si accoppiano facilmente con fogli metallici) e sono caratterizzati da un’eccellente tenuta a caldo (Hot Tak): la saldatura è già tenace anche ad alta temperatura. Sono capaci di saldare in presenza di “sporco” (briciole, polveri, unto, schizzi di liquidi). I nomi commerciali più diffusi, con i quali spesso vengono indicati tutti gli ionomeri, sono Surlyn e Primacore.

POLIOLEFINE

Sia i polietileni (LDPE, HDPE) che il polipropilene (in forma non orientata ed a volte come copolimero perchè associato ad altre poliolefine) sono frequentemente utilizzati come strati saldanti. In particolare HDPE e specialmente PP sono impiegati quando l'imballaggio è destinatao a subire trattamenti termici elevati (pastorizzazione o sterilizzazione) in quanto hanno temperature di fusione e di rammollimento superiori ai 100°C.


back