back


Logistica: 1 Order processing

Order processing

www.valocchi.eu   Logistica   Order processing: esempi   Sistema informativo logistico   Sistema informativo logistico: esempio  Servizio al cliente   Ordine: tempo ciclo   Sevizio al cliente: relazione vendite/servizio

Google  
 

Order processing, definizione:

L’Order processing è costituito da una serie di attività, rientranti nel ciclo dell’ordine cliente:

􀂃 Preparazione (Preparation)
􀂃 Trasmissione (Transmittal)
􀂃 Inserimento (Entry)
􀂃 Evasione (Filling)
􀂃 Tracciamento (Status Reporting)

Order processing, preparazione

La preparazione dell’ordine si riferisce alle attività di raccolta delle informazioni necessarie sui prodotti o servizi richiesti. L’attività può richiedere la compilazione di un apposito modulo, la comunicazione via telefono delle informazioni sull’ordine o la selezione su un terminale. Le moderne tecnologie oggi facilitano molto questa fase, tramite, ad esempio:

􀂃 Identificazione del prodotto da ordinare attraverso sistemi di identificazione automatica (es.: codici a barre, RFID…).
􀂃 Utilizzo di PC portatili da parte del personale di vendita che compila direttamente l’ordine con SW dedicati (ed effettua automaticamente la trasmissione su www).
􀂃 Emissione automatica dell’ordine da parte di PC di supervisione di magazzino, a fronte del raggiungimento di determinati livelli di scorta.

Order processing, trasmissione

La trasmissione è il passo successivo nel ciclo di order processing. Serve a trasferire la richiesta di ordine dal punto in cui si genera (cliente) al punto in cui può essere evasa (fornitore). Può avvenire in forma fisica, trasportando l’ordine su supporto cartaceo, o in forma elettronica, trasferendo l’ordine in maniera telematica (www, fax…). Lo sviluppo di internet e la disponibilità dei “numeri verdi” sta producendo negli ultimi anni una notevole diffusione della trasmissione elettronica.

Order processing, inserimento

L’inserimento è una fase fondamentale dell’ordine. Comprende le seguenti azioni:

􀂃 Controllo della correttezza delle informazioni presenti sull’ordine, quali la descrizione del prodotto, la quantità e il prezzo.
􀂃 Controllo della disponibilità dei prodotti richiesti.
􀂃 Preparazione di back-order o documentazione per la cancellazione dell’ordine, se del caso.
􀂃 Controllo dello stato creditizio del cliente.
􀂃 Trascrizione delle informazioni dell’ordine, se necessario.
􀂃 Predisposizione della fattura.

Anche questa fase ha negli ultimi anni beneficiato degli sviluppi che si sono avuti nel campo informatico.

<

Il metodo di raccolta ordini, restrizioni sulle dimensioni dell’ordine e l’istante di inserimento possono influenzare il tempo ciclo dell’ordine, influenzando la fase di inserimento. Le regole di inserimento possono comportare, ad esempio:

􀂃 Che venga raccolto un numero di ordini sufficiente a saturare la capacità di carico di un mezzo (ad esempio un camion) prima che gli ordini possano essere inseriti.
􀂃 Che l’ordine sia inserito entro una certa data per far sì che i materiali possano essere spediti entro una data specificata.
􀂃 Che gli ordini possano essere inseriti soltanto se comportano la spedizione di un quantitativo minimo fissato di merce (allo scopo di ottimizzare i costi di trasporto).

Order processing, evasione

L’evasione dell’ordine comprende le attività necessarie a:

􀂃 Acquisire i materiali attraverso recupero delle scorte da magazzino, produzione o acquisto.
􀂃 Confezionare i materiali per la spedizione.
􀂃 Schedulare la spedizione.
􀂃 Preparare i documenti di trasporto.

Il tempo ciclo dell’ordine può essere influenzato dalla introduzione di regole di priorità sull’evasione. Alcune regole possibili:

􀂃 Primo ricevuto – primo evaso;
􀂃 Minor tempo di processamento;
􀂃 Priorità specificata a priori;
􀂃 Per primi gli ordini più piccoli e meno complicati;
􀂃 Per primi quelli con la data promessa di evasione più prossima;
􀂃 Per primi quelli aventi minor tempo prima della data promessa di evasione.

Il tempo ciclo dell’ordine può essere influenzato:

􀂃 dall’order splitting, ossia dalla necessità di effettuare più spedizioni per evadere uno stesso ordine (out of stock, back-order…).
􀂃 dall’order consolidation, ossia la scelta da parte dell’azienda di cumulare più ordini al fine di ottimizzare i trasporti.

L’eventualità di essere sotto scorta (OS) è spesso tutt’altro che remota: si pensi ad esempio all’ordine contemporaneo di cinque prodotti, ognuno dei quali abbia una probabilità di esistenza in magazzino (IS) del 90%. La probabilità di non poter evader l’ordine in un’unica soluzione è di:

In questi casi va fatta un’analisi di trade-off tra costi (ad esempio di order splitting e di perdita della fornitura/cliente).

Order processing, reporting

Il reporting dello stato dell’ordine assicura un buon customer service tenendo informato il cliente su qualsiasi eventuale ritardo nell’order processing o nella consegna del materiale. Le attività incluse nel reporting sono:

􀂃 Tracciamento dell’ordine attraverso l’intero ciclo dell’ordine;
􀂃 Comunicazione al cliente della fase in cui si trova l’ordine e della data prevista di consegna.

Il reporting è l’unica, tra le attività precedentemente elencate, a non influenzare la durata del tempo ciclo dell’ordine.

back